Archivi di marzo, 2019

Il mutuo fondiario concesso per una somma eccedente l’80% del valore dei beni ipotecati è nullo (Corte di Cassazione, sentenza 13 luglio 2017 n. 17352; Corte di Cassazione, sentenza n. 22466 del 24 settembre 2018).

Dalla nullità del contratto di mutuo, conseguente ad una violazione di norma imperativa ad opera del mutuante, discende che non sono dovuti neanche gli interessi al tasso legale: pertanto la banca deve essere condannata a rimborsare al mutuatario tutti gli interessi da questi pagati e tutte le spese sostenute per concludere il mutuo nullo, quali le spese d’istruttoria, di perizia, di assicurazione, d’imposta sostitutiva, di certificazione interessi passivi (Tribunale di Napoli, sentenza n. 10639 del 7 dicembre 2018).